La Vie Moderne  
indietro avanti
  2 di 4

chiudi
L'opera, dipinta da Monet nel 1869, appartiene all'estate in cui l'artista lavora insieme a Renoir.

In questo caso, hanno fissato i loro cavalletti uno a fianco all'altro, di fronte a un ristorante chiamato "La Grenouillere". Le due vedute condividono la volontà di cogliere il momento visivo e gli effetti della luce, ma si distinguono per interpretazione e stile pittorico. Il confronto è interessante per mettere a fuoco queste due  grandi personalità artistiche.

Nella Grenouillere vista da Monet si nota che l'inquadratura è spostata qualche metro più a sinistra rispetto a Renoir. Si riconosce che il posto è lo stesso, c'è il ponticello, le cabine a sinistra, lo stesso orizzonte. Ma la visione è diversa. La pennellata di Monet è più carica di colore, non è diluita come quella di Renoir, ha un tratto più ampio e corposo. Si nota un temperamento diverso, anche se il soggetto è lo stesso, come pure l'intenzione di cogliere l'effetto percettivo del movimento dell'acqua, il gioco di luci e riflessi, il senso di instabilità della superficie mobile ondulata dell'acqua.

Il confronto è utile per evidenziare che la visione è sentita dai due impressionisti come un fatto soggettivo, e deve essere mantenuto libero da qualsiasi costrizione esterna.