le Havre


Il padre di Monet si era trasferito a Le Havre da Parigi con la famiglia quando Claude aveva cinque anni per mettersi in società con la sorella della moglie, Marie-Jeanne Lecadre, proprietaria di una solida ditta di forniture navali. La Lecadre abitava in una grande villa con terrazza sul mare a SaintAdresse, che a quei tempi era un sobborgo di Le Havre. La famiglia Monet si era stabilita a lgouville, il quartiere degli affari vicino al porto, e si era trovata subito a suo agio nel nuovo ambiente. Con l'awento della ferrovia Le Havre aveva avuto un rapido sviluppo: il porto era molto attivo, erano stati costruiti grandi alberghi e la città stava diventando un vivace e prospero centro di vacanze e di regate. D'estate i visitatori parigini si riversavano in massa sul lungomare e al casinò: di giorno passeggiavano per la promenade ostentando la loro eleganza un po' vistosa, e di sera andavano a dilapidare i loro quattrini.