Vetheuil


Vétheuil, un antico villaggio aggrappato alla riva della Senna, vecchie case dai tetti marrone-grigio serrate intorno alla chiesa, colline pallide e lontane schierate nella foschia. Nel dipinto che Monet fece di questa scena (Vétheuil: effetti di grigio), il villaggio visto dall'altra parte del fiume sembra quasi un castello con il fossato, un romantico chàteau da sogno che si leva dalle acque increspate. Il colore dei tetti dava al paesaggio un aspetto grigio, dolce, e lo rendeva remoto ed etereo. Monet fu sedotto da tanta bellezza. Il primo settembre annunciò a Murer: «Ho aperto bottega sulle rive della Senna a Vétheuil, un posto meraviglioso».

Vétheuil, lontano dalle vie di comunicazione e inaccessibile in treno, presentava l'evidente vantaggio di ridurre per i Monet il costo della vita. Lo svantaggio era che per andare a Parigi ci voleva quasi un giorno intero, e Monet sarebbe stato veramente tagliato fuori dalla vita parigina; ma dal momento che le possibilità di vendere le opere sembravano ridursi sempre più, questo non era un buon argomento per rimanere in città. A Vétheuil Monet prese l'ultima casa di una schiera alla fine del villaggio, sulla strada per Mantes.